I migliori testi di Friedrich Nietzsche di sempre

La Rivista dei Libri ha predisposto per voi la selezione dei più famosi libri di Friedrich Nietzsche di sempre.

Questa selezione si basa sui testi di Friedrich Nietzsche più acquistati su Amazon nell’ ultima settimana.

🏆Migliori libri di libri di Friedrich Nietzsche: ecco la classifica dei più venduti

Offerta 20%Bestseller No. 1
Umano, troppo umano. Un libro per spiriti liberi. Ediz. integrale
48 Recensioni
Offerta 20%Bestseller No. 2
Così parlò Zarathustra. Ediz. integrale
224 Recensioni
Bestseller No. 3
Nietzsche, Friedrich
98 Recensioni
Nietzsche, Friedrich
  • Friedrich Nietzsche (Author)
Offerta 5%Bestseller No. 4
Così parlò Zarathustra. Un libro per tutti e per nessuno
71 Recensioni
Offerta 20%Bestseller No. 5
Al di là del bene e del male. Ediz. integrale
175 Recensioni

🏷️💲Libri di Friedrich Nietzsche in sconto

Libri di Friedrich Nietzsche in sconto:

Offerta 20%Bestseller No. 1
Al di là del bene e del male. Ediz. integrale
175 Recensioni
Offerta 20%Bestseller No. 2
Umano, troppo umano. Un libro per spiriti liberi. Ediz. integrale
48 Recensioni
Offerta 5%Bestseller No. 3
Così parlò Zarathustra. Un libro per tutti e per nessuno
71 Recensioni

🥇Il miglior libro di Friedrich Nietzsche: bestseller in assoluto

Scegliere il Miglior libro di Friedrich Nietzsche potrebbe essere più difficile di quanto sembri. Nonostante ciò, in base alle recensioni dei lettori abbiamo selezionato quello che per noi Al di là del bene al prezzo di 3,12 EUR è il migliore libro di Friedrich Nietzsche presente sul mercato:

Votazione finale: 4.4

Offerta 20%Il migliore
Al di là del bene e del male. Ediz. integrale
175 Recensioni

Al di là del bene e del male. Ediz. integrale

  • Nietzsche, Friedrich (Author)

Approfondimento su Friedrich Nietzsche

Friedrich Wilhelm Nietzsche (pronuncia italiana: [ˈnit͡ʃe]; in tedesco: [ˈfʁiːdʁɪç ˈvɪlhɛlm ˈniːt͡ʃə].mw-parser-output .audiolink a{background:url(“//upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/8/8a/Loudspeaker.svg/11px-Loudspeaker.svg.png”)center left no-repeat!important;padding-left:16px!important;padding-right:0!important}ascolta[?·info]; a volte italianizzato in Federico Guglielmo Nietzsche; Röcken, 15 ottobre 1844 – Weimar, 25 agosto 1900) è stato un filosofo, poeta, saggista, compositore e filologo tedesco.
Fu cittadino prussiano fino al 1869, poi apolide (partecipò, comunque, alla guerra franco-prussiana come infermiere per sole due settimane). Considerato tra i massimi filosofi e scrittori di ogni tempo, ebbe un’influenza controversa, ma indiscutibile, sul pensiero filosofico, letterario, politico e scientifico del mondo occidentale nel XX secolo. La sua filosofia, in parte riconducibile al filone delle filosofie della vita, fu considerata da alcuni uno spartiacque fra la filosofia tradizionale e un nuovo modello di riflessione, informale e provocatorio. In ogni caso, si tratta di un pensatore unico nel suo genere, sì da giustificare l’enorme influenza da lui esercitata sul pensiero posteriore.

Scrisse vari saggi e opere aforistiche sulla morale, la religione (in particolare quella cristiana), la società moderna, la scienza, intrise di una profonda lucidità e avversione alla metafisica e da una forte carica critica, sempre sul filo dell’ironia e della parodia. Nella sua filosofia si distingue una prima fase “wagneriana”, che comprende La nascita della tragedia e le Considerazioni inattuali, in cui il filosofo combatte a fianco di Richard Wagner per una “riforma mitica” della cultura tedesca.

Questa fase sarà poi abbandonata e rinnegata con la pubblicazione di Umano, troppo umano – nella stagione cosiddetta “illuministica” del suo pensiero –, per culminare infine, pochi anni prima del crollo nervoso del 1889 e dalla paralisi progressiva che metteranno fine alla sua attività – probabile conseguenza di una patologia neurologica o neuropsichiatrica, oppure di neurosifilide – in una terza fase, prominente del suo pensiero, dedicata alla trasvalutazione dei valori e al nichilismo attivo, costellata dai concetti di oltreuomo, eterno ritorno e volontà di potenza, fase che ha il suo apice (e inizio) con la pubblicazione del celeberrimo Così parlò Zarathustra, seguito da altre importanti opere come Al di là del bene e del male, L’Anticristo e Il crepuscolo degli idoli. Morì, dopo 11 anni e mezzo di infermità, di polmonite nel 1900, ormai paralizzato e in preda a demenza dopo ripetuti ictus che lo avevano colpito, lasciando una notevole eredità filosofica.

Leggi anche

Ultimo aggiornamento 2021-01-15 at 23:42 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API