I 5 migliori testi di Eugenio Montale

La Rivista dei Libri ha preparato la classifica aggiornata dei migliori libri di Eugenio Montale in assoluto.

Questa classifica si basa sui testi di Eugenio Montale più acquistati su Amazon nell’ ultimo mese.

🏆Migliori libri di libri di Eugenio Montale: ecco la classifica dei bestseller

Finisterre (versi del 1940-42)

Finisterre (versi del 1940-42)
2 Recensioni

  • Montale, Eugenio (Author)

Tutte le poesie

Tutte le poesie
144 Recensioni

  • Montale, Eugenio (Author)

Ossi di seppia

Ossi di seppia
167 Recensioni

  • Montale, Eugenio (Author)

Le occasioni

Le occasioni
55 Recensioni

  • Montale, Eugenio (Author)

Satura

Satura
33 Recensioni

  • Montale, Eugenio (Author)

🏷️💲Libri di Eugenio Montale in sconto

Testi di Eugenio Montale in offerta:

Tutte le poesie

Tutte le poesie
144 Recensioni

  • Montale, Eugenio (Author)

Ossi di seppia

Ossi di seppia
167 Recensioni

  • Montale, Eugenio (Author)

Satura

Satura
33 Recensioni

  • Montale, Eugenio (Author)

🥇Il miglior libro di Eugenio Montale: bestseller in assoluto

Scegliere il Miglior libro di Eugenio Montale può essere più complesso di quanto apparia. Nonostante ciò, in base alle opinioni dei lettori abbiamo scelto quello che per noi Tutte le poesie al prezzo di 17,00 EUR risulta il migliore libro di Eugenio Montale presente online:

Votazione finale: 4.7

Offerta 15%Il migliore
Tutte le poesie
144 Recensioni

Tutte le poesie

  • Montale, Eugenio (Author)

Speriamo che la nostra selezione vi sia stata utile. Se è cosi aiutaci pubblicizzando questo post sui social.

Scopri i migliori libri grazie alle classifiche de “La Rivista dei Libri”.

Approfondimento su Eugenio Montale

Eugenio Montale (Genova, 12 ottobre 1896 – Milano, 12 settembre 1981) è stato un poeta, scrittore, traduttore, giornalista, critico musicale, critico letterario e pittore italiano.

Tra i massimi poeti italiani del Novecento, già dalla prima raccolta Ossi di seppia (1925) fissò i termini di una poetica del negativo in cui il “male di vivere” si esprime attraverso la corrosione dell’Io lirico tradizionale e del suo linguaggio. Questa poetica viene approfondita nelle Occasioni (1939), dove alla riflessione sul male di vivere subentra una poetica dell’oggetto: il poeta concentra la sua attenzione su oggetti e immagini nitide e ben definite che spesso provengono dal ricordo, tanto da presentarsi come rivelazioni momentanee destinate a svanire.

Dopo la raccolta La bufera e altro (1956) che raccoglie le poesie degli anni della guerra (Bufera) e quelli immediatamente successivi, per un decennio non scrive quasi nulla. Nel 1963 muore la moglie e ciò dà avvio a una nuova fase di poesia, dunque a nuovi temi e stile: Satura (1971), Diario del ’71 e del ’72 (1973) e Quaderno di quattro anni (1977).

Nel 1967 è nominato senatore a vita e nel 1975 riceve il premio Nobel per la letteratura.

 

Leggi anche

Ultimo aggiornamento 2022-11-26 at 14:13 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API